L’odore del silenzio

Auto. Lato passeggero. Getto lo sguardo oltre il finestrino, oltre le gocce distinte che scivolano giù. Grigiume denso. Pieno. Corposo. Concentrato. Le casse vomitano fuori una musica bigia, indistinta alle mie orecchie. Chiudo gli occhi. Grigio. Ovunque. Grigio dentro e fuori. Respiro. Respiro ossigeno nero che macchia polmoni, anima, cervello, spirito, stomaco. Catarsi. Catarsi velenosa. Catarsi corvina. Nel buio, nel cupo mondo in cui mi immergo, una luce si fa strada. Scie profumate. Solchi dorati. Binari d’essenza nel lugubre sfondo immateriale disegnano i tratti di lei con un valzer muto. Che bella, lei.

Che bello. Che bello l’odore del silenzio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

La Non Margherita

Cantastorie o contaballe, l'importante è far sognare

Viaggiatrice da grande

Piccoli viaggi e grandi sogni

Long DariaVampy Silver. Net

Ours Parallel World

"...e poi Letteratura e Politica"

La specie si odia. E mi permetto di aggiungere: "A volte di coppie non si può parlare, ma d'amore sì; altre volte di coppie sì, ma non d'amore, e è il caso un po' più ordinario". R. Musil, 'L'uomo senza qualità', Ed. Einaudi, 1996, p. 1386. Ah, a proposito di 'relazioni': SE APRI IL TUO CUORE SI TRATTA DI AMICIZIA. SE APRI LE GAMBE SI TRATTA DI SESSO. SE APRI ENTRAMBI E' AMORE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: