Méconnaissable

  The March of the Black Queen riempie le pareti del cervello. Occhi socchiusi, più verdi del solito. Verde molto scuro. Ritmo incalzante. Assolo estenuante. Finale dolcemente prepotente. Continuo a guardare il riflesso nello specchio. Sembro io. Muovo le palpebre. Movenze lente, pesanti, rallentate, appesantite. Il riflesso sbiadisce, scolorisce, ingrigisce, affievolisce, svigorisce, svanisce.

Annunci

Kill me à la hache

Il giorno scorre serenamente, le lancette volano senza che abbia il tempo di rivolgere il pensiero a lei. La mente accesa e occupata fa sì che il tempo giochi a mio favore. Purtroppo, è con il buio, è con la sera, è con la quiete che tutto cambia. E allora la mente si avvia, da... Continue Reading →

L’odore del silenzio

Auto. Lato passeggero. Getto lo sguardo oltre il finestrino, oltre le gocce distinte che scivolano giù. Grigiume denso. Pieno. Corposo. Concentrato. Le casse vomitano fuori una musica bigia, indistinta alle mie orecchie. Chiudo gli occhi. Grigio. Ovunque. Grigio dentro e fuori. Respiro. Respiro ossigeno nero che macchia polmoni, anima, cervello, spirito, stomaco. Catarsi. Catarsi velenosa.... Continue Reading →

Ultimo minuto

Piove leggermente ma è forte il ticchettio delle gocce sul parabrezza. Sono appoggiato allo sportello, tra lo specchietto e il faretto - appena aggiustato. Il calore del motore riscalda lievemente il sedere, sensazione che fa nettamente contrasto col freddo gelido dell'aria attorno a me. Eppure non ho voglia di indossare il giubbotto, mi basta il... Continue Reading →

Exude

Istantanee di quell’amore sbocciato e mai fiorito. Occhi profondi di quella donna desiderata. Gocce cadenti d'acque salate.

WordPress.com.

Su ↑

tavolozza di vita

~☜❤☞~Pensa con il cuore e vivi l'attimo~☜❤☞~ Poetyca

Le regole dell'eccellenza

Non è la vittoria a dare forza. Ma le sconfitte e le sfide.

Whisky Roma

— Un buon sorso di whisky prima di andare a dormire non è molto scientifico, ma aiuta —