Bon courage!

  Questa è la storia di due ragazzi che, spingendosi all’avventura, entrano in Francia sapendo dire solamente “bojour” e “merci” o poco più. Non temere, la storia è lunga ma ne ho preso un pezzettino. Perché è solo grazie ad un trenino che i due hanno proseguito la loro avventura oltralpe. Luca, da una parte,... Continue Reading →

Annunci

Ciao a tutti, sono sterile e potrei perdere la facoltà di parola

Una mattinata bella calda, sole leggero e nuvole pacate. Si potrebbe andare in piscina, sì, ma ho da onorare le ultime due settimane di quel contrattone che mi rende talmente ricco da potermi regalare un panino con la bresaola invece del solito col prosciutto cotto. E così, a bordo del mio bolide Fiat, la piscina... Continue Reading →

Fil Rouge

Anche oggi i dolori sono inarrestabili. Quei maledetti mali malati bruciano dentro. Avanzano come lame. Ma mi faccio forza e scrivo. Perché domani è il giorno. Il suo giorno. E anche il mio. Le volevo bene. Entrambi non pretenziosi, entrambi semplici, entrambi tenui. E per questo, alla fine, inconsistenti. Eravamo leggeri come vapore, tenuti insieme... Continue Reading →

Sorridi. Dammi serotonina

È un periodaccio, quasi tre mesi di panico e paura. Una fase di quelle che, forse, non si dimenticano. Uno di quei periodi che ti marca. Per sempre. Non basta la cioccolata, però, a tirarmi su. L’ormone della felicità nel cacao non basta a farmi stare bene. Mancano le energie, mancano le pulsazioni, mancano i... Continue Reading →

Pioggia normale

Guardo distrattamente la tv. La mano sinistra arriccia il baffo mentre la destra pigia a caso i tasti del telecomando dando vita ad uno zapping random. Tra un canale e l’altro quel silenzio statico, quasi surreale, riempito dal rumore carico e pesante della pioggia incessante. Getto lo sguardo fuori e vedo, oltre le tende, un... Continue Reading →

Stiamo perdendo il valore delle piccole cose, stiamo perdendo il contatto con la realtà, stiamo perdendo noi stessi. Io in primis. Ho perso me stesso, ho perso il mio io, ho perso la mia serenità. Amico mio, sai cosa vorrei adesso? Il nulla. Vorrei esser capace di godere del silenzio. Vorrei il nulla, vorrei la... Continue Reading →

Letterina a Babbo Natale

Caro Babbo Natale, anche quest’anno ti scrivo - sono in anticipo, lo so, perdonami - la mia fida lettera. Sarà l'aria fredda, saranno i fiocchi di neve, ma sento il bisogno di scriverla adesso. Ci metto dentro qualche desiderio, non i soliti però. Sono anni, decenni ormai, che ti chiedo soldi per comprare un ferrarino... Continue Reading →

Atomismoillogico

Quattro gli elementi della natura. Aria, quella che soffia gelida, a volte impura. Acqua, quella pesante e sporca, sempre più scura. Terra, quella secca e triste spezzata dall’arida arsura. Fuoco, tremendo soffio bollente che ciba la paura.

WordPress.com.

Su ↑

SchoolRepository

L'archivio delle buone pratiche dell'Istituto Comprensivo "Don Giulio Testa"

ipendolarisonogliultimiromantici

La vita è un pendolo che oscilla tra il dolore e la noia. Io di mestiere faccio il pendolo.

LEGGERE CHE SPASSO

Libri, tanti libri

RUDI

pensierini sull'Inter, la Sinistra, Bologna, musica, cinema, viaggi e letteratura